Comune di Sondrio, Piazza Campello, 1 | 23100 Sondrio | P.IVA 00095450144
Telefono 0342-526.111 | Fax 0342-526.333 | PEC:protocollo@cert.comune.sondrio.it
Collegamenti ai contenuti della pagina:
» il contenuto della pagina
» il menu di navigazione
» utility
» Visualizzazione predefinita
» Versione ad alto contrasto
» Versione caratteri ingranditi

 
 


Il contenuto della pagina
- Torna all'inizio della pagina

Informazioni sulla citta'

Il Comune di Sondrio


Panorama

Il Comune di Sondrio fu sede del governo grigione, capoluogo del Dipartimento dell'Adda e Oglio durante la Repubblica Cisalpina, capoluogo della Provincia di Sondrio, comprendente anche il Bormiense e la Val Chiavenna, sotto il dominio austriaco, qualifica mantenuta anche dopo la raggiunta unità d'Italia; anche per queste ragioni, Sondrio, città capoluogo collocata al centro delle Alpi italiane, sottolinea il suo ruolo storico di punto di collegamento e confronto fra le civiltà del centro e del meridione d'Europa.

Ispira la sua azione alla tutela dei diritti e delle pari opportunità dei suoi cittadini, al di là di ogni differenza di sesso, condizione sociale, nazionalità, razza o religione ed ai principi di solidarietà, reciproca conoscenza e comprensione e favorisce, nell'ambito dei suoi poteri e delle sue competenze, lo sviluppo dei processi di distensione e di collaborazione internazionale.

Promuove iniziative tese a favorire la crescita di una cultura di pace e di democrazia, considerandole condizioni indispensabili per il progresso della società.

Considera la qualità dell’ambiente inalienabile componente dei diritti di cittadinanza e partecipa ad organizzazioni nazionali ed internazionali che diffondono la cultura dello sviluppo sostenibile. Assume tra le priorità della propria azione amministrativa tutte le iniziative e gli interventi finalizzati alla sostenibilità ambientale.

Consapevole dell'interdipendenza che oggi caratterizza i processi economici, sociali e culturali, opera per favorire, nei settori di competenza, processi di integrazione politica, istituzionale e culturale fra i componenti dell'intera Comunità europea; favorisce in particolare, anche aderendo a organizzazioni internazionali, lo sviluppo della reciproca conoscenza e della integrazione fra le regioni alpine, in considerazione delle loro comuni peculiari caratteristiche.

Realizza ciò anche tramite forme di cooperazione, di scambi e di gemellaggi con realtà operative ed enti territoriali di altri Paesi e con articolazioni ed associazioni europee ed internazionali che tendono a conseguire il traguardo irrinunciabile della cooperazione fra tutti i popoli.

Nel suo ruolo di capoluogo della provincia, Sondrio è sede di enti pubblici e privati che erogano servizi di rilievo provinciale, regionale e statale essenziali per la crescita sociale ed economica della Comunità; concorre, insieme ad essi per determinarne il livello più alto e coopera alla realizzazione delle strutture necessarie per la loro organizzazione e fruizione a vantaggio anche delle Comunità limitrofe verso le quali opera in spirito di solidarietà.

Articolato in nuclei abitati disseminati su territorio interamente montano, riconosce pari dignità agli abitanti dell’intero Comune, valorizzando i pregi di ciascuna area e preservando la presenza umana operante nella parte alta del suo territorio per difenderlo dal pericolo di abbandono e di degrado. A tal fine promuove le iniziative che mirino, nel rispetto delle tradizioni e delle diversità, alla valorizzazione del patrimonio ambientale ed artistico, anche minore, ed alla condivisione delle esperienze culturali e sociali della popolazione dell’intera città.