Comune di Sondrio, Piazza Campello, 1 | 23100 Sondrio | P.IVA 00095450144
Telefono 0342-526.111 | Fax 0342-526.333 | PEC:protocollo@cert.comune.sondrio.it
Collegamenti ai contenuti della pagina:
» il contenuto della pagina
» il menu di navigazione
» utility
» Visualizzazione predefinita
» Versione ad alto contrasto
» Versione caratteri ingranditi

 
 


Il contenuto della pagina
- Torna all'inizio della pagina

Nuovo piano di Governo del Territorio 

Puzzle

NUOVO PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO e PIANO DELLE ATTREZZATURE RELIGIOSE

 

La L.R. n.12/2005 stabilisce che il Documento di Piano (componente programmatica del PGT) è sempre modificabile ma ha validità di 5 anni dalla sua prima approvazione, decorsi i quali il Comune deve procedere all’approvazione di un nuovo DdP, mentre le altre componenti (Piano delle Regole e Piano dei Servizi) sono altrettanto modificabili ma non hanno scadenza. Il Documento di Piano del nostro PGT è stato approvato nel giugno del 2011 ed avrebbe avuto quindi scadenza nel 2016, ma nel novembre del 2014 la L.R. n.31 in materia di contenimento del consumo di suolo disponeva una proroga per le scadenze dei Documenti di Piano in vigore, fino a 12 mesi dopo l’adeguamento degli strumenti sovraordinati (Piano Territoriale Regionale – PTR – e Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale – PTCP) alle disposizioni di detta legge. Il PTR adeguato come richiesto dalla L.R. n.31/2014 , modificata nel maggio del 2017 con L.R. n.16, è stato approvato nel dicembre del 2018 ed è diventato vigente nel marzo 2019, e contiene indicazioni e parametri finalizzati alla redazione dei nuovi DdP che possono essere articolati dalle singole Province sul territorio di loro competenza (nell’ambito di un adeguamento del loro PTCP) ma soprattutto verificati dai Comuni in relazione alla effettiva situazione a scala locale, in sede di redazione del proprio nuovo DdP. Il Comune di Sondrio ha scelto di procedere in tal senso, al fine di aggiornare le previsioni del DdP in relazione alle mutate tendenze e prospettive di sviluppo socioeconomico, nonché il PdR e il PdS in relazione anche allo stato di attuazione delle previsioni impostate nel PGT approvato nel 2010, e a tale scopo con DGC del 20.03.2019 n.73 ha dato avvio al procedimento di formazione del nuovo PGT. Questo sarà il contesto in cui procedere anche alla formazione del Piano delle Attrezzature Religiose (considerato come componente specifica del Piano dei Servizi, previsto già dall’art.72 della L.R. 12/2005, modificato nel 2015 ma attivato con indirizzi precisi solo dal 2017) e ad altri specifici aggiornamenti tecnici legati alle tematiche idrauliche e sismiche, richiesti dalla normativa regionale di settore.

 

L’Amministrazione Comunale con DGC del 20.03.2019 n.73 ha stabilito di procedere alla redazione del nuovo Documento di Piano del PGT vigente, come richiesto dall’art.8 4 della L.R. n.12/2005 e s.m.e i., ed alla revisione del Piano delle Regole e del Piano dei Servizi dello stesso PGT. Contestualmente verrà redatto il Piano delle Attrezzature Religiose, come richiesto dall’art.72 della L.R. n. 12/2005 così come modificato dalla L.R. n.2/2015, quale “atto separato facente parte del Piano dei Servizi”.

Pertanto, chiunque ne abbia interesse, può presentare suggerimenti, proposte e richieste di modifica puntuale al vigente Piano di Governo del Territorio, nelle sue diverse componenti (Documento di Piano, Piano delle Regole e Piano dei Servizi e/o Piano delle Attrezzature Religiose). Dette proposte e segnalazioni verranno valutate contestualmente, in relazione anche allo stato di attuazione delle precedenti previsioni, allo scopo di pervenire ad un quadro previsionale coerente, attendibile e sostenibile.

Le proposte e segnalazioni dovranno essere presentate in carta libera all’Ufficio Protocollo presso la sede comunale di Piazza Campello 1, entro le ore 12 del 30.06.2019, corredate da planimetria in cui sia chiaramente identificabile l’area oggetto della comunicazione (qualora sia di natura puntuale e localizzabile) e da una chiara e sintetica esposizione di quanto proposto o segnalato, specificando nell’oggetto “comunicazione a seguito di avvio del procedimento di redazione del nuovo PGT”. Verranno comunque considerate le comunicazioni pervenute precedentemente, e quindi già agli atti.

 

 

Allegati