Comune di Sondrio - portale istituzionale

Piano di governo del territorio PGT

PIANIFICAZIONE URBANISTICA GENERALE

La pianificazione urbanistica per il nostro territorio comunale è normata dalla Legge Regionale n.12 del 11/03/2005 e successive modifiche ed integrazioni.

Per legge il Piano di Governo del Territorio (PGT) è formato da tre componenti, con funzioni e durata differenziate:

 

DOCUMENTO DI PIANO

Ha durata di 5 anni, ed ha la funzione di individuare le strategie, gli obiettivi e le azioni attraverso cui perseguire un quadro complessivo di sviluppo socio-economico, considerando le risorse ambientali, paesaggistiche e culturali a disposizione; fa parte del Documento di Piano anche la componente geologica.
Anche ai fini fiscali, il Documento di Piano non produce effetti diretti sul valore delle aree, poiché la loro destinazione diventa effettiva solo in rapporto alle altre parti del PGT, ovvero il Piano dei Servizi e il Piano delle Regole, e attraverso gli strumenti attuativi del PGT, cioè i Piani attuativi ed i Programmi Integrati di Intervento (PA e PII).

PIANO DEI SERVIZI

Non ha scadenza di validità, ed è sempre modificabile, Le indicazioni in esso contenute hanno carattere vincolante, e producono effetti diretti sul valore delle aree, poiché completano la definizione della loro destinazione.
Va segnalato che per la normativa regionale, e anche per il PGT, sono servizi pubblici e di interesse pubblico o generale, i servizi e le attrezzature pubbliche realizzati tramite iniziativa pubblica diretta o ceduti al comune nell’ambito di piani attuativi, nonchè i servizi e le attrezzature anche privati ma di uso pubblico o di interesse generale, regolati da apposito atto di asservimento o da regolamento d’uso, oppure realizzati da istituzioni riconosciute competenti  per l’erogazione dei servizi per i diversi settori (ad esempio l’Azienda Sanitaria Locale o l’Azienda dei Servizi Municipalizzati) in quanto a favore della popolazione residente.

PIANO DELLE REGOLE

Non ha scadenza di validità, ed è sempre modificabile; le indicazioni in esso contenute hanno carattere vincolante, e producono effetti diretti sul valore delle aree, poiché completano la definizione della loro destinazione.Disciplina le possibilità di intervento sull’intero territorio comunale, fatta eccezione per le aree comprese negli ambiti di trasformazione individuati dal Documento di Piano, nei quali la realizzazione si attua tramite piani attuativi, secondo criteri dettati direttamente dal Documento di piano stesso.

PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO

Il Piano di Governo del Territorio attualmente vigente è rappresentato dalla 1^ Revisione Conservativa dell’impostazione originaria, approvata con la deliberazione di Consiglio Comunale n. 81 del 28/11/2014

La documentazione pubblicata è stata rivista tenendo conto dell’aggiornamento 2018, in funzione dell’ultima variante.

Documentazione generale

  Relazione
  Definizioni e disposizioni generali

DP – Documento di piano

  Disposizioni per gli ambiti di trasformazione e per la pianificazione attuativa
  DP1 Nord – Sintesi delle previsioni
  DP1 Sud – Sintesi delle previsioni
  DP2 – Ambiti di trasformazione
  DP3 – Carta illustrativa
  DP4 – Tavola dei vincoli
  DP5 Nord – Classi di sensibilità paesaggistica
  DP5 Sud – Classi di sensibilità paesaggistica
  DP6 – Parametri per la perequazione e compensazione urbanistica

PdR – Piano delle regole

  N.T.A. – Norme Tecniche di Attuazione
  PdR1 Nord – Vincoli
  PdR1 Sud – Vincoli
  PdR2 Nord – Carta degli usi e modalità di intervento
  PdR2 Sud – Carta degli usi e modalità di intervento
  PdR3a1 – Carta delle tipologie di intervento negli ambiti di antica formazione – Nucleo centrale
  PdR3a2 – Carta delle tipologie di intervento negli ambiti di antica formazione – Ambiti di fondovalle
  PdR3b – Carta delle tipologie di intervento negli ambiti di antica formazione – Frazioni
  PdR3c – Carta delle tipologie di intervento negli ambiti di antica formazione – Frazioni

PdS – Piano dei servizi

  N.T.A. – Norme tecniche di attuazione
  PdS1 – Usi e classificazione dei servizi localizzati
  PdS2 – Carta delle modalità attuative
  PdS3 – Progetto dei Servizi
  PdS4 – Rete Ecologica
  PUGSS – Piano Urbano Generale dei Servizi in Sottosuolo

Componente geologica

  CG0 – Relazione illustrativa e norme
  CG07 – Carta di fattibilità delle azioni di piano – Quadro A
  CG07 – Carta di fattibilità delle azioni di piano – Quadro B
  CG07 – Carta di fattibilità delle azioni di piano – Quadro C
  CG07 – Carta di fattibilità delle azioni di piano – Quadro D

Componente archeologica

  Relazione
  Tavola del rischio archeologico

VARIANTE – AMPLIAMENTO PALESTRA DI ARRAMPICATA IN LOCALITA’ SASSELLA

  Approvazione – Delibera consiglio comunela n. 39/2017
  Relazione
  Elaborato unico

VARIANTE – PARCHEGGIO PUBBLICO IN LOCALITA’ MAIONI

  Avvio di procedimento
  Consulta la documentazione della valutazione Ambientale Strategica (VAS)

NUOVO PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO E PIANO DELLE ATTREZZATURE RELIGIOSE

La L.R. n.12/2005 stabilisce che il Documento di Piano (componente programmatica del PGT) è sempre modificabile ma ha validità di 5 anni dalla sua prima approvazione, decorsi i quali il Comune deve procedere all’approvazione di un nuovo DdP, mentre le altre componenti (Piano delle Regole e Piano dei Servizi) sono altrettanto modificabili ma non hanno scadenza. Il Documento di Piano del nostro PGT è stato approvato nel giugno del 2011 ed avrebbe avuto quindi scadenza nel 2016, ma nel novembre del 2014 la L.R. n.31 in materia di contenimento del consumo di suolo disponeva una proroga per le scadenze dei Documenti di Piano in vigore, fino a 12 mesi dopo l’adeguamento degli strumenti sovraordinati (Piano Territoriale Regionale – PTR – e Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale – PTCP) alle disposizioni di detta legge. Il PTR adeguato come richiesto dalla L.R. n.31/2014 , modificata nel maggio del 2017 con L.R. n.16, è stato approvato nel dicembre del 2018 ed è diventato vigente nel marzo 2019, e contiene indicazioni e parametri finalizzati alla redazione dei nuovi DdP che possono essere articolati dalle singole Province sul territorio di loro competenza (nell’ambito di un adeguamento del loro PTCP) ma soprattutto verificati dai Comuni in relazione alla effettiva situazione a scala locale, in sede di redazione del proprio nuovo DdP. Il Comune di Sondrio ha scelto di procedere in tal senso, al fine di aggiornare le previsioni del DdP in relazione alle mutate tendenze e prospettive di sviluppo socioeconomico, nonché il PdR e il PdS in relazione anche allo stato di attuazione delle previsioni impostate nel PGT approvato nel 2010, e a tale scopo con DGC del 20.03.2019 n.73 ha dato avvio al procedimento di formazione del nuovo PGT. Questo sarà il contesto in cui procedere anche alla formazione del Piano delle Attrezzature Religiose (considerato come componente specifica del Piano dei Servizi, previsto già dall’art.72 della L.R. 12/2005, modificato nel 2015 ma attivato con indirizzi precisi solo dal 2017) e ad altri specifici aggiornamenti tecnici legati alle tematiche idrauliche e sismiche, richiesti dalla normativa regionale di settore.

L’Amministrazione comunale con delibera di giunta n. 73 del 20.03.2019 ha stabilito di procedere alla redazione del nuovo Documento di Piano del PGT vigente, come richiesto dall’art.8 4 della L.R. n.12/2005 e s.m.e i., ed alla revisione del Piano delle Regole e del Piano dei Servizi dello stesso PGT. Contestualmente verrà redatto il Piano delle Attrezzature Religiose, come richiesto dall’art.72 della L.R. n. 12/2005 così come modificato dalla L.R. n.2/2015, quale “atto separato facente parte del Piano dei Servizi”.

Ultima modifica: 14 Settembre 2020 alle 16:49
Non hai trovato quel che cerchi? Contattaci
torna all'inizio del contenuto