Comune di Sondrio - portale istituzionale

Prevenzione inquinamento atmosferico

Tra le varie forme d’inquinamento quello atmosferico è senz’altro tra i più direttamente influenti sulla salute dell’uomo e degli ecosistemi naturali.
Gli inquinanti presenti nell’atmosfera sono prodotti dall’uomo, e quindi da Noi tutti, tramite le diverse attività di produzione, consumo e spreco delle risorse energetiche.
Tra le principali fonti di emissione figurano il traffico, il riscaldamento domestico, le industrie e le pratiche agricole. Il problema dell’inquinamento atmosferico non ha confini, non si ferma ai limiti di una città o di un Paese…
Il Comune di Sondrio ha attivato da alcuni anni diverse iniziative sul tema/problematica inquinamento atmosferico, consapevole comunque che anche il più piccolo impegno da parte del Comune stesso e dei suoi cittadini, se però condiviso da altre realtà locali oltre confine, può contribuire, anche se non a risolvere del tutto, almeno a mitigare la gravosa situazione in cui versa purtroppo anche la Provincia di Sondrio.

CHE COSA POSSONO FARE I CITTADINI PER RIDURRE L’INQUINAMENTO ATMOSFERICO

Per ridurre l’inquinamento atmosferico, i cittadini possono seguire queste semplici indicazioni:

  • effettuare periodicamente la manutenzione degli impianti termici e il controllo delle relative emissioni
  • regolare correttamente l’impianto termico
  • regolare correttamente la temperatura interna in modo che non superi i 20° C, garantendo comunque un ricambio d’aria, seppur minimo, negli ambienti
  • evitare di usare la macchina per percorsi brevi, meglio camminare o usare la bicicletta, preferibilmente lontano da strade trafficate
  • a parità di costi e di durata, preferire il trasporto pubblico a quello privato
  • se comunque si decide di usare l’automobile, organizzare gli orari e i percorsi in modo da sfruttare al massimo i posti passeggero disponibili
  • ricordarsi di spegnere il motore del veicolo quando si è in coda, o fermi ai passaggi a livello, ecc.
  • effettuare periodicamente il controllo delle emissioni del veicolo
  • non accendere fuochi all’aperto, specialmente se si tratta di scarti vegetali non completamente secchi.

RILEVAZIONI DATI DI QUALITÀ DELL’ARIA SUL TERRITORIO COMUNALE

Sul territorio comunale sono presenti due centraline fisse di rilevamento della qualità dell’aria di proprietà/gestione ARPA Lombardia – Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente:

  • una in Via Mazzini, presso il parcheggio del Tribunale
  • una nel giardino di Via Paribelli, installata nel 2009

al fine di disporre, soprattutto nei periodi critici, di informazioni aggiuntive in materia di qualità dell’aria (in particolare di fondo urbano), utili anche per la comparazione dei dati e l’adozione di eventuali provvedimenti conseguenti.
Dal 2008 ARPA Lombardia ha assunto tra i vari compiti istituzionali anche la trasmissione, tramite posta elettronica, del bollettino giornaliero di qualità dell’aria ai diversi Comuni interessati da centraline fisse di rilevamento.
Attualmente i Comuni interessati in Provincia di Sondrio sono: Sondrio (unico Comune ad avere 2 centraline), Morbegno e Bormio.
Nel bollettino di qualità dell’aria sono riportati i dati relativi alle stazioni del programma di valutazione (ex art. 5 D.Lgs. n. 155/2010) presenti in Provincia, distinte per zona ex D.G.R. n. 2605/2011. Sondrio ricade in Zona D (D.G.R. n. 2605/2011).
I dati riportati vengono attualmente validati dal Centro Regionale Monitoraggio della Qualità dell’Aria – Area Nord di A.R.P.A. Lombardia e pervengono alla sede di Sondrio come media dei dati rilevati dalle ore 00:00 alle ore 24:00 del giorno precedente.

Gli inquinanti rilevati dalle due stazioni sondriesi sono i seguenti:

  • Stazione Sondrio Mazzini: SO2 – Pm10 – NO2 – CO – Benzene (C6H6)
  • Stazione Sondrio Paribelli: Pm10 – Pm2.5 – NO2 – O3

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Ulteriori dati o approfondimenti in materia sono disponibili sul sito di ARPA Lombardia all’indirizzo www.arpalombardia.it

DOCUMENTAZIONE

  D.Lgs. 13.08.2010, n. 155 – Attuazione della direttiva 2008/50/CE relativa alla qualità dell’aria ambiente e per un’aria più pulita in Europa
  Informativa ARPA Lombardia sull’ozono ai sensi dell’art. 14 del D.Lgs. 13.08.2010 n° 155

 

 

ZONIZZAZIONE DEL TERRITORIO REGIONALE AI FINI DELLA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL’ARIA AMBIENTE

Regione Lombardia con D.G.R. n° IX/2605 del 30/11/2011 (di approvazione della nuova zonizzazione del territorio regionale in zone e agglomerati per la valutazione della qualità dell’aria ambiente ai sensi dell’art. 3 del D.Lgs. 13/08/2010 n. 155 “Attuazione della direttiva 2008/50/CE relativa alla qualità dell’aria ambiente e per un’aria più pulita in Europa”) ha adeguato la propria zonizzazione, revocando la precedente (approvata con DGR n. VII/5290 del 02/08/2007) e ripartendo pertanto il territorio regionale nelle seguenti zone e agglomerati:

  • Agglomerato di Bergamo
  • Agglomerato di Brescia
  • Agglomerato di Milano
  • Zona A – pianura ad elevata urbanizzazione
  • Zona B – pianura
  • Zona C – montagna
  • Zona D – fondovalle

su cui svolgere l’attività di misura e poter così valutare il rispetto dei valori obiettivo e dei valori limite, come prescritto dalla legislazione comunitaria e italiana.
Tale ripartizione vale per tutti gli inquinanti monitorati ai fini della valutazione della qualità dell’aria, mentre per l’ozono vale l’ulteriore suddivisione della zona C in:

  • Zona C1 – area prealpina e appenninica
  • Zona C2 – area alpina

In base alle suddette disposizioni il territorio comunale di Sondrio ricade attualmente:

  • in zona C e prevalentemente D per quanto riguarda tutti gli inquinanti, ad esclusione dell’ozono
  • in zona C2 in relazione all’ozono

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

  Sito regionale della Direzione Generale Ambiente e Clima
  Sito di ARPA Lombardia
  D.G.R. n. IX/2605 del 30/11/2011
  D.Lgs. 13.08.2010, n. 155 – Attuazione della direttiva 2008/50/CE relativa alla qualità dell’aria ambiente e per un’aria più pulita in Europa

MISURE REGIONALI 2019-2020 PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ DELL’ARIA

Come ogni anno, nella stagione autunno/inverno ed in particolare dal 1 ottobre al 31 marzo entrano in vigore i provvedimenti di limitazione della circolazione per alcuni veicoli, e altre disposizioni permanenti o temporanee finalizzate alla riduzione delle emissioni inquinanti in atmosfera e al miglioramento della qualità dell’aria.

Dati o approfondimenti in merito alle seguenti misure in vigore:

  • misure strutturali e permanenti per la limitazione del traffico veicolare
  • progetto MoVe-In
  • provvedimenti per la limitazione delle emissioni inquinanti in ambito civile
  • disposizioni inerenti la combustione in loco di residui vegetali agricoli e forestali
  • misure temporanee omogenee per il miglioramento della qualità dell’aria

sono disponibili sul sito regionale nell’apposita sezione.

Ultima modifica: 25 Ottobre 2019 alle 10:18
Non hai trovato quel che cerchi? Contattaci
torna all'inizio del contenuto